Noctem: svelata la title track del nuovo full-length “Credo Certe Ne Cras”

Comunicato stampa:

La band black/death metal iberica Noctem ha appena svelato il video di Credo Certe Ne Cras, title track dell’attesissimo nuovo album in uscita il 28 ottobre su MNRK Heavy.
Nello spirito, nella presentazione e nella filosofia, i Noctem hanno molto in comune con Watain, Rotting Christ, Belphegor e Gorgoroth. Qualsiasi gruppo estremo spagnolo ha un debito considerevole nei loro confronti. La band ha presentato il suo quinto album in studio, The Black Consecration, nel 2019.

New Transcendence ha dichiarato: “The Black Consecration è un album superbo, pieno di segreti e riff allettanti”, paragonandolo a primi Emperor e Dark Funeral. Metal Hammer Portogallo ha scritto: “in questo particolare genere, è forse uno dei migliori lavori spagnoli di sempre”. I Noctem danno seguito a quella pietra miliare della loro carriera con un nuovo, definitivo capolavoro, che fonde la cacofonia devastante di una rabbiosa e adrenalinica lussuria con un dolore ritrovato e una malinconica forza melodica. Credo Certe Ne Cras (“Credo con certezza che non ci sia un domani”) è un’opera d’arte. L’album esige di essere vissuto tanto quanto ascoltato, invocando un esame ritualistico.
A proposito del brano che dà il titolo alla canzone la band dichiara:

“Siamo entusiasti di portare finalmente questa ultima offerta dal nostro imminente nuovo album alla nostra fedele orda diabolica! Questa title track combina vari elementi di ‘Credo Certe Ne Cras’, tutti all’interno dei confini di una canzone. Ascoltatela a tutto volume!”.

Guarda Credo Certe Ne Cras:


Il video del primo singolo We Are Omega:


Credo Certe Ne Cras sarà pubblicato in CD, LP, cassetta e digitale. I preordini sono disponibili qui: https://ffm.to/noctem-ccnc

Originari di Valencia, Spagna, i Noctem hanno fatto sentire la loro putrida presenza con il rombo del demo Unholy Blood del 2002. Il demo God Among Slaves è seguito nel 2007, creando un’attesa sanguinaria per il debutto vero e proprio, Divinity (2009), per l’austriaca Noisehead Records. Metal Blade Records ha concesso in licenza Oblivion (2011) all’estero, seguito da un accordo con Prosthetic Records, che ha pubblicato Exilium (2014) e Haeresis (2016), un concept album incentrato sull’Inquisizione spagnola (un’edizione speciale di Haeresis in LP al profumo di “carne marcia” ha venduto tutte le sue 666 copie in meno di una settimana). The Black Consecration (2019) ha ampliato i temi delle antiche civiltà e dei riti oscuri dei Noctem per abbracciare maggiormente la filosofia di Beleth, precedentemente delineata nel suo primo libro, Codex Ante-Mortem del 2017, pubblicato lo stesso anno della birra artigianale della band, A Cruce Salus.

L’accordo dei Noctem con MNRK Heavy li vede salire sul palcoscenico mondiale come mai prima d’ora, minacciando un assalto totale. Nel 2022 e oltre, i Noctem compiono un enorme balzo in avanti sul loro cammino irto di spine, armati di fede nera e giusta furia, assetati di inestinguibile sete di sangue e pronti a conquistare. Si ripresentano senza redenzione, abbracciando il caos dei tempi moderni senza temere il destino.

Noctem:
Beleth – voce
Varu – basso
Voor – batteria
Moss – chitarra
Tobal – chitarra

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...