Serj Tankian – Elasticity

Dopo aver pubblicato a novembre 2020 i due brani che hanno rotto il silenzio radio dei S.O.A.D, Protect The Land Genocidal Humanoidz, per dar voce al conflitto che l’Armenia purtroppo sta subendo, e dopo averne posticipato la data di uscita, il 19 Marzo 2021 Serj Tankian rilascia l’EP Elasticity.

L’EP è composto da 5 brani che sono figli di un progetto degli storici S.O.A.D, ma che non hanno mai visto la luce sotto il nome della band. Dato che ultimamente purtroppo non sono mai riusciti a vedersi vis-à-vis, Serj ha deciso di pubblicarli sotto il suo nome in via del tutto rock, disponibile in Digitale, CD e Vinile.

L’EP inizia con Elasticity, e qui è doveroso dire che la prima canzone già si rivela promettente, accogliendo l’ascoltatore con un intro in pieno stile Electronic Bass Fuzzed, una batteria molto familiare, synth in stile Space-Trip ed una chitarra arrogante e veloce, che alterna “momenti di calma ad attacchi di panico” in maniera proprio azzeccata. La seconda in lista è Your Mom, ed è una canzone molto interessante, melodiosa e particolare, dove il malinconico e triste canto tipico ed inimitabile di Serj fa proprio venire la pelle d’oca. Qui la strumentale si apre con morbidezza ed arpeggi, per poi divenire rabbia e pesanti plettrate, per poi evolversi nuovamente in quelle magiche e meravigliose sonorità Armene ed Arabeggianti. How Many Times? resta sulla stessa linea d’onda, ma rimane più dark, con un accompagnamento di piano cupo e morbido. Rumi è una poesia, cadenzata ed armoniosa, dove la voce esplosiva di Serj regala la sua totale finezza, il Delay ed il Riverbero della chitarra incontra la rabbia di una batteria ritmata, abbracciata dalle sonorità di un pianoforte molto più presente ed un basso che ne risalta la struttura a pieno. Electric Yerevan è un proiettile che non si ferma affatto e riprende le sonorità elettriche di Elasticity, ma in una circostanza più esplosiva, coinvolgente e cadenzata chiude il brano racchiudendo i richiami, le sonorità e la personalità di tutto l’EP, con tantissima grinta.

Elasticity è un ottimo EP, un lavoro veramente piacevole e ben fatto. Ha una scaletta di poche canzoni, ma bastano ed avanzano per saziare l’appetito degli ascoltatori. La combinazione dei brani nelle successioni è azzeccata e non è affatto noiosa. I temi compositivi, l’attivismo vivo di Serj Tankian nei brani, la composizione e le musicalità si sentono forte e chiari, e di conseguenza rompono seriamente il silenzio sulle tematiche attuali. È un lavoro lineare e coerente, ed è ricchissimo di cose da dire, a libera interpretazione nella complessità della scrittura tipica di Serj, ma con dei soggetti ben precisi unidirezionalmente.

E a voi è piaciuto L’EP? Fateci sapere! Come sempre noi vi ringraziamo per essere giunti fin qui! Ci rivediamo alla prossima Recensione! Che il Rock sia con voi.

Tracklist:
1. Elasticity
2. Your Mom
3. How Many Times?
4. Rumi
5. Electric Yerevan

Line-Up:
Serj Tankian – Voce, Sconosciuto
Dan Monti – Batteria, Basso, Sconosciuto

Anno: 2021
Etichetta: BMG
Voto: 8/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...