Moonlight Haze – Lunaris

Moonlight Haze, la nuova realtà Power Symphonic italiana che conta membri ed ex-membri di Temperance, Elvenkings, Teodasia e Overtures torna a distanza di un anno dal loro debutto di De Rerum Natura con il nuovo album Lunaris.

Il brano parte diretto con Till The End, brano puro Power Metal Sinfonico con un riff accattivante e un ritornello molto catchy che fa presagire che l’album stia partendo nel migliore dei modi. Passando a The Rabbit Of The Moon l’atmosfera cambia arrivando un brano quasi delicato con l’utilizzo di strumenti orientali che si scambiano perfettamente con la voce di Chiara, un brano d’atmosfera quasi poetica e malinconica, tra le tracce migliori del brano.

Andando avanti arriviamo ad Under Your Spell, una bellissima power ballad dove le chitarre acustiche si scambiano perfettamente con le distorte e un ritornello che in sede live è perfetto per far tirare fuori gli accendini al pubblico. Wish Upon A Scar riporta alle sonorità più “cattive” con una partenza in quarta, un ossimoro musicale dal blastbeat di batteria e arpeggi di pianoforti, un brano dove Chiara riesce a mostrare la versatilità della sua voce passando da un registro più dolce e tradizionale a uno più aggressivo, fino ad un lirico solenne, il tutto in un brano veramente potente ed energico, altra perla di questo album.

Tra i brani degni di nota giusto menzionare la titletrack Lunaris, un vero e proprio prova di Symphonic Metal ben realizzato, The Dangerous Art Of Overthinking tra i brani più complessi del disco dove i membri della band si mettono alla prova con sonorità differenti dal resto del disco con sonorità quasi più Death Metal addolcite dalle orchestrazioni, e la folkoristica Of Birth And Death, una ballata acustica medievaleggiante con un bel connubio di violini e chitarre acustiche, un brano che non stona nella sua diversità con il resto dell’album.

In conclusione Lunaris è un’ottima conferma del quintetto Italiano. A solo un anno di distanza dall’uscita di De Rerum Natura i Moonlight Haze sono riusciti ad alzare l’asticella creando un album vario e ben realizzato che colpisce l’ascoltatore al primo ascolto e ti verrebbe da ascoltare in loop ogni singolo minuto del disco. Un bel esempio che il Metal Italiano può farsi valere anche con le band estere.
Quindi in conclusione vi saluto e vi auguro un buon ascolto di Lunaris dei Moonlight Haze.

Tracklist:
1. Till The End
2. The Rabbit Of The Moon
3. Lunaris
4. Under Your Spell
5. Enigma
6. Wish Upon The Scar
7. The Dangerous Art Of Overthinking
8. Without You
9. Of Birth And Death
10. Nameless City
11. Enigma (English Version)

Line-Up:
Chiara Tricarico – Voce
Giulio Capone – Batteria,Tastiere
Marco Falanga – Chitarra
Alberto Melinato – Chitarra
Alessando Jacobi – Basso

Fabio Lethien Polo – Violino (Traccia 9)

Anno: 2020
Etichetta: Scarlet
Voto: 9/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...