Beartooth – Below

Dopo qualche mese di mancanza di pubblicazioni metalcore in questo 2021 ricco di uscite musicali interessanti, i Beartooth tornano con il loro quarto album in studio dal titolo Below.

In passato, abbiamo visto un Caleb Shomo molto onesto riguardo alle sue battaglie per la salute mentale, di cui ha parlato nella sua musica e nei suoi testi. Negli ultimi nove anni, è passato dall’esprimere le sue lotte più profonde e oscure con Disgusting, cercare di evitare i suoi problemi con Aggressive, fino a venire a patti con la sua malattia nell’omonimo album del 2018. Ora sembra che stia affrontando i suoi demoni a testa alta, accettando che questa sia la sua vita e facendo del suo meglio per non soccombere al dolore e alla disperazione che ha vissuto nei primi anni della band. Allo stesso modo vuole offrire speranza ai fan che si sono rivolti alla sua musica in cerca di una via di fuga dalle proprie lotte. Dopo il temporale, c’è sempre un futuro migliore per cui vale la pena lottare.

Che ci fosse aria di cambiamento l’aveva già accennato lui stesso un anno fa. Infatti il 24 maggio 2020 i Beartooth avevano annunciato che il loro chitarrista di lunga data Kamron Bradbury avrebbe lasciato la band per motivi personali e un mese dopo Caleb era tornato nello studio di registrazione Capital House Studio in Ohio. Anche questa volta si è lasciato trasportare “dall’oscurità” per la stesura dei brani che compongono questo disco, completato e prodotto per la maggior parte durante il lockdown. Il singolo Fed Up parla proprio del difficile periodo che abbiamo vissuto tutti, con la rabbia propria del punk, mentre la copertina rievoca gli anni passati e il metal più “infernale”: un motociclista scheletro emerge dal terreno di un cimitero, circondato da bare e croci, mentre sullo sfondo incombe minaccioso un cielo in tempesta. L’atmosfera ricorda molto quella delle cover dei Metallica, gruppo a cui i Beartooth si sono ispirati, assieme a Black Sabbath e Pantera. Infatti, ascoltando la tenebrosa traccia conclusiva The Last Riff, un territorio mai esplorato prima d’ora, possiamo notare una leggera somiglianza con lo stile della band capitanata da James Hetfield. Il singolo Devastation e Hell Of It sono brani altrettanto heavy, ma una buona parte dell’album è composta da brani molto vicini al pop rock: in particolare stiamo parlando di I Won’t Give Up e The Past Is Dead, l’altro singolo.

VIDEO: Beartooth share new song 'Fed Up' taken from new album 'Below' - The  Rockpit

Come tante altre band prima di loro, tra cui Bring Me The Horizon, Architects e While She Sleeps, anche i Beartooth stanno lentamente abbandonano il suono metalcore con cui si erano fatti conoscere. Anche loro si stanno avventurando nel territorio dell’hard rock/pop rock, mettendo in mostra un nuovo talento che farà avvicinare nuovi ascoltatori. Below è lo sforzo maggiore della band dopo l’album di debutto: forse non sarà altrettanto memorabile, ma dopo una serie di alti e bassi, la band di Caleb ha ritrovato la sua strada e ha voglia di far sentire la propria voce.

Tracklist:
01. Below
02. Devastation
03. The Past Is Dead
04. Fed Up
05. Dominate
06. No Return
07. Phantom Pain
08. Skin
09. Hell Of It
10. I Won’t Give It Up
11. The Answer
12. The Last Riff

Line-up:
Caleb Shomo – voce
Zach Huston – chitarra solista, voce secondaria
Will Deely – chitarra ritmica
Oshie Bichar – basso, voce secondaria
Connor Denis – batteria

Anno: 2021
Etichetta:
Red Bull Records
Voto:
7.5/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...