The Offspring – Let The Bad Times Roll

Il decennio che si colloca a cavallo tra il vecchio e il nuovo secolo ha visto salire alla ribalta, tra gli altri, il genere Punk Rock che in quegli anni è riuscito ad uscire dall’underground ed infoltire parecchio la scia dei seguaci grazie a diverse band tra cui i The Offspring.
Reduce da quegli anni, la band californiana ha recentemente fatto uscire il suo nuovo lavoro discografico Let The Bad Times Roll, titolo sicuramente evocativo del periodo storico che stiamo vivendo ma che, nonostante le grandi aspettative, non colpisce fino in fondo.

L’album si apre con This Is Not Utopia, brano di denuncia il cui ritornello ossessivo (quasi un mantra) entrerà nella testa dell’ascoltatore, quasi a volerlo rendere partecipe attivo del testo.
Let The Bad Times Roll oltre ad essere la title-track è anche il primo singolo estratto del disco e con ragione; il pezzo è infatti uno dei migliori dell’album, una canzone Ska/Punk molto catchy che con il suo ritmo scanzonato ci fa davvero sperare che questi brutti momenti passino prima o poi.
Per assaporare un po’ di più il sound tipico dei californiani dobbiamo attendere Behind Your Walls, il cui sound ricorda i primi album della band anche se non riesce a soddisfare del tutto un vecchio fan.
Coming For You è invece una nostra vecchia conoscenza, la canzone è infatti uscita come singolo nel 2015; un’ottimo pezzo Punk Rock che già ai tempi era molto piaciuto ai seguaci del gruppo, quello che fa un po’ storcere il naso è la scelta di aver messo un pezzo di 6 anni fa in un disco recente (che le idee della band fossero un po’ esaurite?).
We Never Had Sex Anymore è il secondo singolo estratto prima dell’uscita del disco, brano che è un misto tra lo Swing e il Punk con tanto di tromboni e clarinetti; buono come esperimento ed anche abbastanza divertente da ascoltare, è sempre apprezzabile quando si osa qualcosa di nuovo.
Il brano più cattivo dell’album è invece Hassan Chop, nel quale emergono le radici Hardcore degli Offspring (sebbene la melodia sia sempre al primo posto) che negli ultimi lavori sembravano essersi un po’ perse.
Menzione speciale va alla nuova registrazione di Gone Away (canzone presente nel disco Ixnay On The Hombre), che in questa versione è eseguita solo con voce e pianoforte rendendo il brano sognante e malinconico.

Al termine dell’ascolto di questo nuovo Let The Bad Times Roll rimane un po’ di amaro in bocca; i fan del gruppo attendevano da tempo l’uscita di un nuovo lavoro degli Offspring ed è quindi normale che l’aspettativa intorno a questa nuova uscita fosse molto alta, purtroppo l’esito che abbiamo per le mani non è proprio quello che ci si poteva aspettare.
E’ sicuramente un discreto disco di Punk Rock ma le novità al suo interno non sono molte; 3 dei brani (i migliori per altro) erano già di dominio pubblico prima dell’uscita ed uno addirittura vecchio di 6 anni, un’altra canzone è una rivisitazione di un vecchio successo e, tolti i filler (In The Hall Of The Mountain King e Lullaby) quello che rimane è davvero un po’ pochino ed in generale non giustifica un’attesa di quasi 10 anni.

Come sempre vi ringrazio per la fedeltà e vi dò appuntamento alla prossima.

Tracklist:
1. This Is Not Utopia 
2. Let the Bad Times Roll
3. Behind Your Walls 
4. Army of One 
5. Breaking These Bones 
6. Coming for You
7. We Never Have Sex Anymore 
8. In the Hall of the Mountain King 
9. The Opioid Diaries 
10. Hassan Chop
11. Gone Away (Remake)
12. Lullaby

Line-up:
Dexter Holland – Voce, Chitarra, Basso (Traccia 2,7)
Noodles – Chitarra
Todd Morse – Basso
Pete Parada – Batteria

Special guest:
Josh Freese – Batteria (Traccia 2,7)
Jason Powell – Clarinetto, Sassofono (Traccia 7)
Ricardo “Tiki” Pasillas – Percussioni
Alan Chang – Pianoforte (Traccia 11)
Eric Marbauch – Trombone  (Traccia 7)
Phil Jordan – Tromba (Traccia 7)

Anno: 2021
Etichetta: Concord
Voto: 6/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...