Avatar – Hunter Gatherer

Vi siete mai chiesti cosa significa il nome Avatar? Questo termine esprime la manifestazione di una divinità in forma corporea e ben si addice all’idea di musica che ha al band. Gli Avatar fondono il teatro e il cinema, il fascino di Hollywood e le atmosfere horror di Halloween.

Hunter Gatherer è il loro ottavo album e le tracce sono unite da una tematica comune: l’umanità e gli stati d’animo dei membri della band. Ad esempio, A Secret Door. Colossus e Silence in the Age of Apes sono inni alla modernità e questo album è la versione più oscura e sinistra degli Avatar. Emergono fortemente le influenze di gruppi come Rammstein, Avenged Sevenfold e Slipknot, dimostrato anche dalla presenza del fischio di Corey Taylor in A Secret Door.

Ogni canzone è indipendente, ma non per questo l’album ha una struttura debole. Infatti, come accennato prima, è proprio la tematica affrontata a tenere uniti tra i loro i brani. Per quanto riguarda le sonorità, invece, troviamo una commistione di generi diversi. Silence in the Age of Apes offre uno dei riff tipici della band, ma ascoltando Gun ci ritroviamo davanti ad una ballad molto essenziale, che però non esplode mai veramente. Altri esempi di questa versatilità ed eclettismo sono Child, Scream Until You Wake e When All But Force Has Failed.

Avatar Singer: Politics Interfering With Optimal Pandemic Plan

Possiamo considerare Hunter Gatherer un concept album? Sotto un certo punto di vista sì, anche perché gli Avatar avevano avuto un’idea simile anche negli album Avatar Country e Feathers & Flesh. Con questo album ho avuto la possibilità di scoprire una band che vidi in concerto molti anni fa e sono sicura che in futuro potranno portare in scena uno spettacolo degno di questo album!

Tracklist:
1. Silence in the Age of Apes
2. Colossus
3. A Secret Door
4. God of Sick Dreams
5. Scream Until You Wake
6. Child
7. Justice
8. Gun
9. When All But Force Has Failed
10. Cold Sleep
11. Wormhole

Line-Up:
Johannes Michael Gustaf Eckerström – voce
Jonas Kungen Jarlsby – chitarra
Tim Öhrström – chitarra
Henrik Sandelin – basso
John Alfredsson – batteria

Anno: 2020
Etichetta: Entertainment One Music
Voto: 7.5/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...