The Darkness – Motorheart

A distanza di due anni i paladini pluripremiati dell’hardrock britannico The Darkness ritornano sul mercato con un nuovo e succulento album di inediti e lo fanno con Motorheart, uscito il 19 Novembre 2021 tramite la Cooking Vinyl. Registrato e prodotto negli studi statunitensi a Portland (Mastering Studios) da Dan Hawkins, promette un potente rock ‘n roll scanzonato con tanto di ritornelli infuocati e vibranti giri chitarristici e tanta, tanta energia.

Energia sonora che non si spreca ma si mostra in tutta la sua forza, infatti il primo brano Welcome Tae Glasgae porta l’album subito su livelli importanti, riff infuocati e batteria non da meno, come al solito il frontman Justin Hawkins, grazie alla sua inconfondibile e potente timbrica vocale si mostra sempre godibile e divertente da ascoltare, la ritmica della title track Motorheart diverte l’ascoltatore, così come la “glammettosa” It’s love che delizia chi ama sonorità più hair, l’album però non deluderà nemmeno i fan più tradizionalisti, infatti i nostri ci riportano piacevolmente indietro nel periodo dei primi tre album; The Power, And The Glory of love ci riporta tra le atmosfere tipiche ed indimenticabili dei primi anni 2000 di Permission To Land, dove oltre la potenza di un hardrock granitico e ben ispirato donava anche quell’atmosfera scanzonata, tipica del loro sound, semplice ed immediato. Invece la dinamica Jussy’s Girl ci ha sorpreso per la sua imprevedibilità e per i suoi cambio tempo nelle melodie. Questo platter nel suo insieme non da cali di attenzione all’ascoltatore e procede su livelli molto interessanti scorrendo lungo la tracklist.

L’album non è un capolavoro, nemmeno un punto d’arrivo ma piuttosto un’altra conferma, un altro passo verso la ormai definitiva redenzione ed ennesima consacrazione di quanto questa band, negli anni, con tutte le problematiche avute, soprattutto dopo tanti anni di stop e i vari problemi personali dei componenti, soprattutto del cantante, è riuscita ad uscirne e rimettere in piedi una band che sembrava essersi ormai persa durante quei difficili 7 anni di stop. Ma dal 2012, con la reunion e con l’uscita del terzo album Hot Cakes, fino ad arrivare in questo 2021 – dopo altri tre album di ottima fattura che hanno preceduto questo nuovo Motorheart, conferma quanto questo gruppo sia indistruttibile ma soprattutto si sia fortificato con tutti i successi meritati. Lunga vita ai The Darkness, soprattutto lunga vita al “rock duro” fatto con passione e perseveranza.


Tracklist:
1. Welcome Tae Glasgae
2. It’s Love, Jim
3. Motorheart
4. The Power And The Glory Of Love
5. Jussy’s Girl
6. Sticky Situations
7. Nobody Can See My Cry
8. Eastbound
9. Speed of the nite time
10. You Don’t Have To Be Crazy About Me… But It Helps
11. It’s a Love Thang
12. So Long

Line-Up:
Justin Hawkins – Voce, Chitarra e Tastiera
Daniel Hawkins – Chitarra
Frankie Poullain – Basso
Rufus Taylor – Batteria


Anno: 2021
Etichetta: Cooking Vinyl
Voto: 8/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...