Manowar: Eric Adams, “Volevo smettere di cantare, ma mia moglie mi ha fatto cambiare idea”

In una recente intervista al podcast Words Of Power, il cantante dei Manowar, Eric Adams ha raccontato di come è entrato nella band e dei suoi dubbi iniziali sul far parte del progetto.

Joey passò a trovarmi a casa e mi disse che aveva conosciuto un chitarrista di New York. Il suo nome era Ross Friedman e, a suo dire, era anche piuttosto bravo e andavano d’accordo. Mi disse di averlo conosciuto mentre era in tour con i Black Sabbath di Heaven And Hell come esperto pirotecnico. Che suonavano spesso assieme nei camerini e volevano creare una loro band. Dissi lui che avevo il cantante che faceva per loro, ma Joey voleva assolutamente che fossi io. Io, invece, non ne volevo proprio sapere. Non volevo più cantare o avere a che fare con il music business. Mi convinse però a cantare sul demo cui stavano lavorando, come favore personale nei suoi confronti, dato che ci conoscevamo si da ragazzini, poi stop. Ci ritrovammo in questo buco di culo nella nostra città, nel soggiorno di qualcuno. Quella fu la prima volta che incontrai Ross. Non avevamo un batterista, ma provammo tanto e mettemmo assieme 3/4 brani, alcuni dei quali poi sarebbero finiti su Battle Hymns. Ci spostammo in un’altra città e assumemmo un batterista per registrare il demo. Una volta completato il lavoro me ne tornai a casa: capitolo chiuso. Ma una settimana più tardi vennero a bussare alla mia porta. Era Joey che mi annunciava di avere un accordo discografico. “Chi?” gli chiesi, dato che non avevamo neanche una band. “Noi, noi”, mi rispose, “Abbiamo firmato per Capitol Records”. “Stronzate”, ribattei. Ma era vero e insistette per avermi con lui. “E’ quello che hai voluto per tutta la vita, ogni musicista vorrebbe pubblicare un album”, mi disse. Tuttavia rifiutai, non volevo avere più niente a che fare con il music business. Mi disse di dormirci sopra e di ripensarci un attimo, il giorno dopo sarebbe tornato per riparlarne. Quella notte ne parlai con mia moglie e lei mi disse: “Di sicuro hai la voce per poterlo fare e se non lo farai potresti rimpiangerlo per tutta la vita, domandandoti: e se lo avessi fatto? Se invece lo fai e poi la cosa non ti dà soddisfazione potrai dire di averci almeno provato”. Aveva ragione. Il giorno dopo, quando tornò Joey, gli dissi che mi sarei unito alla fottuta band. Provammo tantissimo e fu così che nacquero i Manowar. Poi ci spostammo in Florida e reclutammo un nuovo batterista ed è così che tutto ebbe inizio.

Auguri a Eric Adams cantante dei Manowar. Oggi compie 65 anni –  Longliverocknroll.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...