Paul Gilbert: “Ecco perché suono ancora Ibanez”

In una recente intervista su Ultimate Guitar, Paul Gilbert ha parlato della sua lunga partneship con il brand Ibanez e come ha iniziato a suonare le sue chitarre.

“La prima cosa che oserei chiamare endoserment uscì fuori quando stavo a LA e avevo un contratto con etichetta indipendente con i Racer X e andai al Namm perché il padre del nostro batterista conosceva qualcuno e ci fece entrare.
Mi fermai allo stand della Jackson e inizia a suonare e molte persone si erano fermate a guardarmi perché suonavo all’incontrario e cose simili. Tra questi c’era Wayne Charvel, il fondatore di Charvel ma non poteva più usare il marchio perché aveva venduto tutto a Grover Jackson. Mi disse che mi avrebbe costruito una chitarra se diventavo suo endoser. Ero entusiasta perché era l’uomo dove Eddie Van Halen aveva avuto la sua prima chitarra e io al tempo suonavo una Epiphone da 200$.
Aveva un manico molto picollo e lui mi disse che mi avrebbe fatto un modello migliorato. Ma dopo pochi mesi mi disse che non stava più lavorando al suo marchio e si era spostato alla B.C. Rich.
Pensavo fosse fico perché ho sempre pensato che le B.C Rich erano belle da vedere. Mi costruirono una Mockingbird rosa ma fu difficile da suonare perché era sbilanciata e “dolorosa” da suonare da seduti. Era bella da vedere ma difficile da suonare.
Poco dopo Wayne mi disse che era andato a lavorare da Gibson e io ho pensato che fosse era il momento di cambiare.
Andai ad un altro Namm e poco dopo ricevetti una telefonata da Ibanez.
Conoscevo Ibanez perché mio zio aveva una Destroyer, letteralmente la prima chitarra che avevo suonato. Erano molto flessibili e aperti a costruire tutto quello che volevamo. Loro non erano legati ai design Gibson e Fender, quelli erano strumenti classici, Ibanez aveva l’Iceman, non erano legati a fare chitarre dallo stile classico, avevano l’attitudine per fare qualcosa di nuovo.
La filosofia mi piaceva e le chitarre erano stupende e mi trovavo bene con le persone che ci lavoravano.(…)
Fanno ottime chitarre e trattano bene le persone. E’ un ottimo rapporto.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...