Intervista a Marcel “Schmier” Schirmer dei Destruction

Oggi noi di Universo Rock & Metal abbiamo avuto il piacere di intervistare Marcel Schirmer, bassista e cantante tedesco, storico leader e fondatore dei Destruction freschi dall’uscita del nuovo live album Born To Thrash.

File:Destruction Schmier.jpg - Wikipedia

Come ti sei approcciato alla musica e quali sono state le tue maggiori influenze?
Oramai sono passati quasi 40 anni da quando ho iniziato, che non ricordo più quali furono le influenze ahahah. No bè quando ho iniziato non c’era ancora il metal, stava uscendo la New Wave Of British Heavy Metal, il Punk, penso siano quelli i generi che mi hanno influenzato più di tutti.

In questo periodo di quarantena cosa fate per tenervi musicalmente impegnati?
Al momento ci stiamo occupando principalmente a promuovere Born To Thrash, è già uscito in versione streaming e a Luglio uscirà in formato fisico. Stiamo pubblicando alcuni frammenti dello spettacolo, diciamo che al momento siamo molto impegnati con Born To Thrash.

Abbiamo già avuto il piacere di ascoltare Born To Thrash e ci ha dato l’impressione di un vero “Party” Thrash Metal, ci puoi raccontare la tua esperienza di quel concerto?
Born to Thrash è nato a caso, pochi weekend dopo l’uscita di Born To Perish con la nuova formazione ad uno dei festival più estremi in Germania come il Party.San, abbiamo deciso di farlo uscire apposta per colmare questa carenza di concerti.

Infatti Born To Thrash purtoppo è uscito in un momento triste per i concerti. Di recente ci sono state molte proposte come concerti Drive-In o con un pubblico seduto e distanziato, cosa ne pensi di queste idee e cosa ti sentiresti di proporre?
I concerti senza spettatori non esistono, capisco la gravità della situazione ma senza il pubblico non può esserci un concerto, come nel calcio, noi viviamo della passione del pubblico, al momento in molti stanno pubblicando dei concerti in streaming ed è una cosa buona ma un concerto senza pubblico… è come fare le prove.

Come hai accennato prima sono passati 38 anni da quando hai fondato i Destruction, ti saresti mai immaginato i risultati ottenuti?
Eravamo ragazzini quando tutto è iniziato, ne sono successe di cose, ci siamo anche separati, ma sai ci siamo fatti le nostre esperienze di vita e siamo qui, forse non è facile sopravvivere nella scena musicale perché ci sono tanti alti e bassi, molti cambiamenti, ma sono contento che siamo ancora qui perché non avremo mai pensato di arrivare così lontano.

In questi ultimi anni abbiamo visto un’evoluzione della scena musicale con l’avvento dei servizi streaming e dei social network, come vedi questa evoluzione della scena musicale?
Sai ci sono cose buone e non dello streaming, il buono è che la musica è facile da raggiungere per tutti, una volta dovevi mandare la musica ovunque. Inviare un vinile in Africa, in Sud America, in Indonesia, in Irlanda, è complicato, lo streaming ti permette di mettere la musica su internet con il telefono e “bang!”, hanno la musica. Posso raggiungere tutti i miei fans a livello mondiale allo stesso momento, ed è grandioso. Ma avere un vinile in mano, avere la confezione del CD, la possibilità di ascoltare un album con attenzione sul prodotto fisico è tutta un’altra storia. Mi piace, sono convinto che il vinile suona meglio, ma lo streaming è il futuro e quindi c’è il buono e del brutto. Molte persone della scena metal dicono. “ooh lo streaming è pessimo”, io non la penso così, penso sia una grande chance per le giovani band per raggiungere un grande pubblico.

I Destruction fanno parte del Big Three del Thrash Metal Tedesco, in tue parole cos’ha questo movimento musicale in più della scena classica?
Non esiste la scena Thrash Metal Classica, il Thrash Metal Tedesco è la scena classica, abbiamo pubblicato quando il Thrash Metal è iniziato, i Metallica hanno pubblicato Kill ‘Em All nel 1983 che è stato il primo album Thrash Metal e il nostro primo album è uscito nel 1984, è lo stesso periodo. Il Thrash Metal Tedesco è sempre stato più selvaggio, più viscido, più folle ma anche più malvagio di quello Americano. Con il passare del tempo le band Americane sono diventate più commerciali e hanno avuto più successo come i Metallica e i Megadeth, ma sono diventati più radiofonici scrivendo ballads o musica commerciale. Noi tedeschi non ci siamo mai venduti, abbiamo sempre voluto restare Thrash fino all’osso.

Hai avuto modo di sentire giovani band o attuali che stanno portando avanti questa eredità della scena Thrash?
Si tante ottime band giovani. Molti di questi li abbiamo portati in tour con noi come i Suicide Angels dalla Grecia, un’ottima band. A Novembre e Dicembre saremo in tour anche in Italia con i Warbringer dagli Stani Uniti, band fantastica. Ma mi piacciono molto anche i Crysys dalla Spagna o gli Evile dal Regno Unito. Molte giovani band che suonano Thrash Metal alla vecchia maniera.

Abbiamo un sacco di musicisti che ci leggono, ci potete descrivere il vostro setup per i concerti?
Noi continuiamo a usare gli amplificatori, siamo della vecchia scuola e continuiamo ad usarli, non roba digitale. Io uso gli Ampeg che per me sono i migliori per il basso e i chitarristi usano amplificatori Peavey e ENGL. Alla vecchia maniera, ad alto volume sul palco.

Siamo arrivati al termine della nostra intervista, ti ringraziamo ancora per la tua disponibilità, vuole lasciare un saluto ai nostri lettori di Universo Rock & Metal?
Certo, un saluto a tutta l’Italia soprattutto in questo momento di difficoltà, e vi auguriamo che andrà tutto per il meglio come adesso. Non vediamo l’ora di tornare in Italia con il nostro tour Europeo con i Warbinger e i Crysys a Novembre o Dicembre sperando che tutto torni alla normalità, ma fino a quel momento restate in salute e “Stay Metal!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...