Leprous – Pitfalls

I Leprous, per chi non li conosce sono una giovane band Norvegese che da oltre 10 anni sono diventate punto di riferimento per il Progressive Rock e Metal moderno e hanno sempre riscosso un buon successo merito della bravura dei suoi musicisti e per il loro sound unico. Oggi siamo qui a discutere di Pitfalls, loro sesto album in studio che a detta della band avrebbe preso una “direzione controversa” rispetto al precedente Malina.

Album parte con Below, brano caratterizzato sicuramente dallo stile cupo e struggente tipico della band con molte influenze di musica elettronica e molte orchestrazioni insolite da parte della band per poi passare ad I Lose Hope un pezzo invece quasi pop coronato da groove funky e arpeggiator coronato da un ritornello molto catchy.

Andando avanti con il disco ritroviamo By My Throne dove si riescono a sentire elementi progressive tecnici uniti agli elementi dei brani precedenti per poi proseguire in Alleviate, brano di ispirazione pop rock che si sente tranquillamente per radio mainstream che fa sembrare un brano degli Imagine Dragon ma nonostante tutto i Leprous riescono a dare un loro tocco stilistico per non far cadere il pezzo nel banale.

Bisogna andare nella parte bassa del disco invece per trovare brani in vecchio stile della band e proprio con At The Bottom, uno dei migliori pezzi dell’album, notiamo una transizione stilistica passando dagli elementi pop elettronico a quelli progressive più aggressive come saranno Foreigner e la traccia finale The Sky Is Red, una suite di oltre 11 minuti dove potremmo notare un assolo di chitarra, cosa non tipica da parte della band.

In conclusione Pitfalls è sicuramente un album che farà discutere, soprattutto dai fans della band norvegese per le scelte stilistiche nuove e un accantonare degli elementi progressive e metal tipici lasciati quasi in secondo piano per dare spazio a uno rock sperimentale che si dirige verso l’elettronica, ma dando un ascolto attento all’intero album è difficile valutarlo negativamente. I Leprous si confermano ancora di essere una band che ci sa fare a livello di composizione e interpretazione in più Solberg con questo album dimostra ancora una volta di essere tra i migliori cantanti in circolazione. Pitfalls come detto sarà un album che farà storcere il naso ai “Prog Snobs” ma sicuramente non deluderà i fans e magari aiuterà i Leprous a farsi conoscere a persone che non erano a conoscenza di questa band.
Quindi, come al mio solito, vi saluto augurandovi un buon ascolto di Pitfalls dei Leprous.

Tracklist:
1. Below
2. I Lose Hope
3. Observe The Train
4. By My Throne
5. Alleviate
6. At The Bottom
7. Distant Bells
8. Foreigner
9. The Sky Is Red

Line-Up:
Einar Solberg: Voce, Tastiere
Tor Oddmund Suhrke: Chitarra, Cori
Baard Kolstad: Batteria
Simen Børven: Basso, Tastiera, Cori
Robin Ognedal: Chitarra, Cori
Raphael Weinroth-Browne: Violoncello
Chris Baum: Violino

Anno: 2019
Etichetta: Inside Out
Voto: 7/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...