Hiraes – Solitary

Ed ecco che Hiraes, risorti dalle ceneri dei Dawn Of Disease, fanno uscire il 25 Giugno il loro debut album Solitary, tramite la Napalm, nei Fascination Street Studios.

L’album è composto da 9 canzoni ed una durata di 44 minuti, la Tracklist e la copertina sono a cura della mano di Costin Chioreanu. Da come si evince dal sito ufficiale, la musica viaggia intorno alle Hymn Melodies e ai riff di chitarra, alle percussioni decise ed ai vocals potenti e graffianti della leader Britta. Tutto quanto coronato da un mare malinconico di Melodic Death Metal. Hiraes deriva dal gallese, hiraeth, e rappresenta la nostalgia ed il desiderio di luoghi perduti del passato o di una casa che forse non è mai esistita.

Il viaggio inizia con Shadow Breaks, dalla skin molto epica e melodiosa, ed è Hype garantito già dall’intro. Segue Under Fire, un pò più cadenzata e vivace! Qui iniziano a farsi sentire a pieno le grandi capacità canore di Britta. È l’ora di Grain of Sand, che accelera il passo, in un climax molto ritmato e deciso. Giungendo a metà Album con 1000 Lights, Eyes over Black e Outshine, la loro composizione lascia soffermare l’ascoltatore su quanto la strumentale sia complessa e variata musicalmente, a quanto azzeccata sia la combinazione degli stili e a come sia tutto legato ottimamente all’unisono. Solitary invece è un fulmine a ciel sereno, riporta coi piedi per terra e sottolinea in grassetto le pinciate, i riffoni pesanti, i Blast e gli imponenti Growl. Se prima la circostanza era molto decisa, graffiante, Strangers risulta essere più malinconica e nostalgica, dai richiami dello Stile e del Ritmo dei Brani ad inizio scaletta. Getta l’ancora Running out of time, che chiude L’Album, accogliendo con un intro in Blast ed in vena decisamente epic choirs che lascia spazio ad uno Stile, un ritmo ed una sonorità che si discosta dal resto dell’Album, ma che nonostante tutto si lega perfettamente! Finendo poi con un Outro di Pianoforte, che regala un dolcissimo e pur sempre malinconico saluto.

Solitary è un album di debutto veramente importante, un’ ottimo lavoro, mai noioso e mai ripetitivo, gioca con le emozioni e la musicalità in un concept Melodic/Death certamente rispettato dagli Hiraes. Brani con una durata giusta e relativamente “breve” dato il genere, Tracklist ben studiata e ben disposta, Strumenti che si richiamano a vicenda in una composizione musicale dove nessuno viene escluso e né sovrastato, giusto le chitarre si fanno un pò di spazio in più. Solitary è un MUST HAVE per chi ama il genere, una piacevole scoperta per chi non li conoscesse e per tutti coloro che si vogliono avvicinare al genere musicale, che sono alla ricerca di band sempre nuove!

HIRAES – Melodic Death Metal

Che dire Ragazzi! Speriamo che anche a voi sia piaciuto l’album, e vi ringraziamo per essere giunti fin qui! Ci vediamo alla prossima Recensione e che il Dio del Rock sia con voi!

Tracklist:                                                   
1. Shadow Breaks
2. Under Fire
3. Grain of Sand    
4. 1000 Lights
5. Eyes over Black
6. Outshine
7. Solitary
8. Strangers
9. Running out of time

Line-Up:     
Lukas Kerk – Chitarra
Oliver Kirchner – Chitarra
Christian Wösten – Basso
Britta Görtz – Voce
Mathias Blässe – Batteria

Anno: 2021   
Etichetta: Napalm Records
Voto: 8.5/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...