Bodom After Midnight – Paint The Sky With Blood

La prematura scomparsa di Alexi Lahio è sicuramente una delle notizie più tristi del 2021 per molti fan dell’Heavy Metal, l’ex front-man della Death Metal band Finlandese Children Of Bodom infatti, aveva da poco dato vita ad una formazione rinnovata, i Bodom After Midnight, con la quale proseguire la sua carriera musicale dopo la decisione dei suoi vecchi compagni di abbandonare la band originale.
Il Fato, però, ha purtroppo voluto che il musicista se ne andasse prima di completare il suo lavoro, riuscendo a portare a termine solamente un EP di 3 tracce dal titolo Paint The Sky With Blood, mettendo di fatto la parola fine ad un progetto ancora neonato che, da quello che si può ascoltare da questo breve lavoro, sembrava destinato davvero a grandi cose.

La title-track Paint The Sky With Blood è la devastante canzone di apertura dell’EP; un brano potente e grezzo che ricorda molto i primi lavori dei Children Of Bodom ma con molti elementi nuovi che rendono il sound più fresco ed attuale.
La mancanza della tastiera di Wirman (ex tastierista della band originaria) fa sì che il sound della chitarre sia necessariamente dominante in un modo ancora più incisivo che nei COB e la voce versatile di Alexi riesce a dare le giuste sfumature al brano, rendendolo vario e sfaccettato.
Il secondo brano presentato è la Thrasheggiante Payback’s A Bitch, altro brano di congiunzione tra il vecchio e il nuovo; anche in questo caso sono le chitarre a reggere tutta la melodia della canzone che si genera da un riff Hardcore pensato per scatenare l’inferno sotto il palco; a condire il tutto assoli ultratecnici che aggiungono la giusta dose di pepe al pezzo.
Concludiamo l’ascolto con Where Dead Angels Lie, brano molto più cupo dei precedenti che si discosta dal Melodeath tipico dei soliti Bodom; chorus di chitarra lugubri e trem picking (elementi tipici del Black Metal) dominano tutta la canzone assieme ai sussurri di Alexi che, alternati allo scream, ne aumentano l’atmosfera cupa.

Parlare di capolavoro per un disco che conta appena tre brani è sicuramente esagerato ma, complice sicuramente l’affetto per Lahio e il fatto che questo EP sia il testamento musicale dell’artista, non si può non considerarlo come una delle sue migliori produzioni.
La mancanza dei membri storici della band non ha inficiato di nulla la composizione dei pezzi ed anzi, il rinnovato combo musicale ha saputo ricreare le atmosfere dei dischi dei Children Of Bodom mescolandoli con elementi innovativi che danno una marcia in più a tutto il lavoro.
Paint The Sky With Blood, in conclusione, non è un tentativo di scimmiottamento o di emulazione dei Children Of Bodom ma rappresenta il lavoro accurato di un’artista che, con uno sguardo sempre volto alle proprie radici, ha saputo evolvere la sua arte dandole nuova forma.
Dispiace davvero di non poter più godere della musica di Alexi e di non sapere come sarebbe proseguita l’avventura dei Bodom After Midnight data la grandissima qualità del loro breve esordio.

BODOM AFTER MIDNIGHT - "Nuovi brani sono in lavorazione": parola di Alexi  Laiho - Loud and Proud

Vi invito caldamente a tuffarvi in questo bagno di sangue sonoro, per onorare degnamente la scomparsa del compianto Alexi e vi dò appuntamento alla prossima recensione.

Tracklist:
01. Paint the Sky with Blood
02. Payback’s a Bitch
03. Where Dead Angels Lie

Line-Up:
Alexi Laiho – Chitarra, Voce
Daniel Freyberg – Chitarra
Mitja Toivonen – Basso
Waltteri Väyrynen – Batteria

Anno: 2021
Etichetta: Napalm Records
Voto: 9/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...