Amorphis – Halo

A distanza di quattro anni i finalndesi Amorphis sotto l’egidia della nuova e forte etichetta Atomic Fire, riescono a far uscire il loro quattordicesimo lavoro in studio: Halo. Questo nuovo album taglia anche il traguardo del loro trentennale di carriera, confermando l’ottima forma della band finnica guidata dal maestro Esa Holopainen, sia a livello d’ispirazione ma anche del songwriting, dove il nuovo album suona molto fresco intercambiando momenti tinteggiati da toni cupi e gotici a quelli sempre più melodici. Riesce anche ad amalgamare il tutto ad altri lidi più aggressivi con cambi di vocalità growl / clean del versatilissimo Tomi Joutsen, dove in questo platter si troverà più libero di variare rispetto ai lavori precedenti pur seguendo la linea dei precedenti album da Skyforger a Queen Of Time.

L’album parte con Northwards, brano molto dinamico e diretto con melodie che hanno un forte richiamo anni 70 nella parte centrale, grazie alla tastiera di Kallio, un bel brano gothic/power con il solito Joutsen che da una bella prova vocale intercambiando il suo bellissimo growl con tonalità pulite. Seguono i due singoli di questo platter: On the Dark Waters e The moon. Il primo tratta tematiche mitologiche ugro finniche della Tuonela, un brano che rappresenta gli attuali Amorphis, ritornello molto catchy e arpeggi arabeggianti di Esa rendono questo brano davvero interessante; il secondo invece è il classico singolo dei finnici, ritornello di facile assimilazione, ma niente di banale, tastiera che da veramente un grande tocco di epicità come fin’ora ci stanno abituando, un grande lavoro quello di Kallio, così come Esa nella parte strumentale. Di occasioni invece più prog e con sonorità più elaborate è la successiva Windmane, un brano intenso, sugli scudi il cantante che in questo caso usa la sua voce in maniera più espressiva, soprattutto nelle parti vocal clean dove si nota una certa libertà rispetto in passato, ottimo il comparto strumentale, soprattutto il solito duo delle meraviglie Esa e Kallio. L’album intercambia momenti diretti come A New Land, brano tra i più diretti e melodici, a quelli più progressivi come Seven Roads Come Togheter, uno dei brani migliori di questo platter, brano di una grande epicità ma anche di un’esecuzione armonica quasi perfetta, un brano epico e gothic, ma allo stesso tempo prog in pieno stile Amorphis, il massimo per chi ha sempre amato questo corso della band finlandese L’album cammina su lidi molto alti per tutta la tracklist finendo nella bellissima My Name Is Night, introdotta da Petronella Nettermalm (Paatos), una bella e zuccherosa ballad dove conclude positivamente questo nuovo album dei maestri finlandesi.

Il sunto del loro quattordicesimo lavoro in studio si descrive in due parole, epicità ed ispirazione allo stato puro, questo nuovo full-lenght, come del resto i precedenti 7 non cadono mai nella noia e nella ripetitività seppur rappresentando lo stesso tipo di sound, ma di album in album c’è una vera e propria evoluzione. Halo ha il potere di far sentire questo “nuovo” ciclo, iniziato nei primi anni 2000 da Silent Waters, ancora fortemente attuale e fresco e non è cosa da poco, riuscendolo ad evolverlo ed affinarlo ulteriormente racchiudendo diverse influenze stilistiche che va dal folk al prog, non sbagliano un colpo.

Trackslist:
1. Northwards
2. On The Dark Waters
3. The Moon
4. Windmane
5. A New Land
6. When The Gods Came
7. Seven Roads Come Togheter
8. War
9. Halo
10. The Wolf
11. My Name Is Night (Feat. Petronella Netterlmalm)

Line-Up:
Tomi Joutsen – Voce
Esa Holopainen – Chitarra
Tomi Koivusaari – Chitarra
Olli- Pekka Laine – Basso
jan Rechberger – Batteria
Santeri Kallio – Tastiera


Anno: 2022
Etichetta: Atomic Fire
Voto: 8.5/10



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...