Imagine Dragons – Mercury – Act 1

Era il 2018 quando gli Imagine Dragons sfornarono l’album Origins, che con tutto il suo successo ha sfondato le cuffie dei fan di tutto il mondo, ed ora invece, dopo 3 anni, è già il momento di dare il benvenuto a Mercury – Act 1 quinto attesissimo album in studio dell’energetica band.

Mercury – Act 1 ha una durata complessiva di 42 minuti, ed è composto da 13 brani. È un album che cerca di conquistare con la sua semplicità ed armonia, con al suo interno importanti messaggi e dediche, come nel caso di Wrecked per esempio, che prende l’ispirazione e rende omaggio alla cognata di Reynolds, dopo la sua scomparsa. La malinconia, la solitudine, la nostalgia, la forza di andare avanti, ed il must go on sono la colonna portante dell’album.

L’album inizia con My Life ricco di nostalgia e fragilità, con i violini, i choirs e le pelli decise! Lonely invece cattura con i suoi Synth perfetti, con i quarti molto catchy di basso e batteria. Wrecked è emotivamente toccante, malinconica, ma pur sempre ricca della loro unica energia tra le strofe. Monday è più una Electronic Funky ma decisamente Fuzz da inizio a fine. #1 (number one) è più improntata su un Hip Hop in pieno stile Lo-fi, con ritornelli corali e strofe trasparenti dedicate al ritmo e alla voce, mentre la seguace della stessa struttura, ovvero Easy Come Easy Go, risulta essere più una nénia. Entra in scena Giants che porta un Mood nuovo ed una struttura più teatrale, forte e decisa, scream e cupa, mentre It’s Ok richiama in lontananza No Time For Toxic People, avendo in comune un buon ritmo, una strumentale allegra e malinconica allo stesso tempo. Ed ecco giunti ad un interessante Dull Knives che inaspettatamente, porta ad un sano equilibrio tra lo stile complessivo dell’album ed il Rock’n Roll da sfogo con tutta la potenza possibile! Vocals importanti, chitarra che si fa sentire ed una batteria che rende per dieci! Follow You è una cugina di #1 ma molto più ricca di Electronica, come Cutthroat, entrambe decisamente EDM, e dove anche qui, il talento di Reynolds si fa sentire! E chiude l’album One Day con quella nostalgia che saltella tra i brani di qua e di là, con garbo, arpeggi, Toccate, ritmo lento e caldo che tiene per mano una dolce strumentale.

Questo album è “Semplicità, Trasparenza, Energia ed Emozioni” da inizio a fine! La scaletta è stata studiata bene, le musicalità e la struttura dei brani non stonano e non si discostano tra di loro, anzi, sono amalgamate bene in toto. L’elettronica e la produzione sono curate e piacevoli, le strumentali sono davvero azzeccate e la voce non si smentisce mai, rende proprio chiari i messaggi.

Imagine Dragons, "Mercury - Act 1" è il nuovo album - Radiofreccia

Ed eccoci arrivati alla fine di questa recensione, e voi che ne pensate? Vi è piaciuto quest’Album? Noi vi ringraziamo di cuore per essere passati di qui e naturalmente ci vediamo alla prossima Recensione!

Tracklist:
1. My Life
2. Lonely
3. Wrecked 4. Monday
5. #1
6. Easy Come Easy Go
7. Giants
8. It’s Ok
9. Dull Knives
10. Follow you
11. Cutthroat
12. No Time For Toxic People
13. One Day

Line-Up:
Dan Reynolds – Voce, chitarra, Tastiere
Wayne Sermon – Chitarra, Mandolino, Percussioni, cori               
Ben McKee – Basso, Tastiera, Synth, Percussioni, cori              
Daniel Platzman – Batteria, Percussioni, cori, Viola

Anno: 2021
Etichetta: Kidinakorner Interscope
Voto: 8/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...