Jinjer – Luppolo In Rock Cremona 29/08/21

La seconda ed ultima serata del Luppolo In Rock vede la tanto attesa partecipazione degli ucraini Jinjer, che portano sul palco per la prima volta in Italia i singoli estratti dal nuovo album Wallflowers.

A causa di un incidente inaspettato del cantante e chitarrista degli Fleshgod Apocalypse, gli organizzatori del festival hanno contattato all’ultimo minuto i Genus Ordinis Dei, gruppo di Crema nato nel 2011. La band augura una pronta guarigione a Francesco Paoli e ripete più volte di sentirsi onorata di poter partecipare a questo evento. Anche in questa serata il pubblico cerca di far sentire la propria energia, nonostante le misure di distanziamento sociale. A salire successivamente sul palco sono le brasiliane Nervosa, che vengono accolte calorosamente dai fan arrivati da varie parti del mondo per assistere alla loro esibizione. La line-up, interamente composta da donne, è stata quasi completamente stravolta nell’ultimo anno, ad eccezione della chitarrista Prika Amaral, a cui si sono aggiunte Diva Satanica, Mia Wallace ed Eleni Nota. Non si può negare che sappiano tenere il palco ed intrattenere il loro pubblico, ma purtroppo, per chi come me non conosceva le loro canzoni, l’impressione è quella di ascoltare quasi sempre lo stesso brano. Ma a prescindere da questo aspetto, che potrebbe essere legato semplicemente a gusti personali, la band di Diva Satanica ha ottime capacità tecniche e, dopo un’ora di concerto, ci preparano all’arrivo dei Jinjer.

Il bassista Eugene Abdukhanov ci svela che nel viaggio tra la Spagna e l’Italia è stata smarrita la valigia contenente parte della strumentazione del batterista Vlad Ulasevich, che sale sul palco prima dell’inizio del festival per risolvere questo problema nel minor tempo possibile. Purtroppo, sembra che ci siano problemi di soundcheck anche a distanza di pochi minuti dal loro concerto e infatti l’esibizione comincia con quasi un quarto d’ora di ritardo, ma fortunatamente l’acustica è buona. Abbiamo già parlato della particolarità di questa edizione del festival nel nostro live report degli Epica, ma viviamo in un periodo di forte incertezza per cui anche solo sapere di poter partecipare ad un concerto metal dopo quasi un anno di stop è comunque una grande emozione. Sicuramente gli amanti del pogo e dei circle pit avranno vissuto questa esperienza con alcune difficoltà, ma il pubblico italiano si è impegnato fortemente per far sentire il suo calore e coinvolgimento ad una delle band più innovatrici degli ultimi anni.

Come accennato prima, Eugene Abdukhanov, Vlad Ulasevich e Roman Ibramkhalilov salgono sul palco prima dell’inizio ufficiale del concerto per rimediare ai problemi acustici e l’ultima a fare il suo ingresso è la carismatica Tatiana Shmayluk. Senza troppi indugi, la band apre le danze con due brani estratti dal penultimo lavoro in studio Macro, ovvero On The Top e Pit of Consciousness. La bravura della frontwoman è innegabile, ma i live dei Jinjer sono di altissima qualità grazie al contributo di tutti i suoi membri, in particolare di Eugene e della sua energia travolgente. In seguito, propongono I Speak Astronomy, un grande classico, e la nuovissima Disclosure!, che fa il suo debutto dal vivo in Italia in questa occasione. Il nuovo album Wallflowers è uscito solo due giorni prima dell’esibizione a Cremona dei Jinjer, ma il pubblico è già rapito dai nuovi brani e si “agita” sulla sedia al ritmo della batteria. Ovviamente non può mancare la famosa Judgement (& Punishment) con il suo immancabile “Booyah!” urlato dai fan, poi è il turno di Ape e della potente Retrospection. Chi non aveva mai visto i Jinjer dal vivo sarà sicuramente rimasto colpito dalla performance di Tatiana, ma anche dalla forte sinergia che unisce i quattro membri del gruppo. I fan di più lunga data avranno poi apprezzato Perennial, un altro dei classici della band, ma la vera sorpresa è stata la recentissima Wallflower, che mostra un nuovo aspetto della voce della cantante: accanto al forte growl che la contraddistingue, possiamo apprezzare un cantato pulito sempre più preciso ed emozionante e Tatiana si impegna al massimo per regalarci un’esibizione perfetta, nonostante un piccolo fastidio all’auricolare. Non poteva non essere inclusa anche Teacher, Teacher, tratta dall’EP Micro, seguita poi da As I Boil Ice, che sarebbe dovuto essere il titolo del nuovo album. Si nota subito la felicità della band nel portare finalmente dal vivo i nuovi brani e poter vedere direttamente lla reazione dei fan. Purtroppo ci avviciniamo alla fine del concerto con Home Back e The Prophecy, per poi concludere in bellezza con il nuovo singolo Vortex. Nessun encore e nessuna Pisces, brano diventato negli ultimi anni virale, o Mediator, uno degli ultimi singoli pubblicati, ma nonostante questo la scelta della setlist è assolutamente soddisfacente e l’esibizione dei Jinjer ancora una volta impeccabile.

Un anno fa la band ucraina si era già esibita dal vivo davanti ad un pubblico ristretto e seduto, ma allora come adesso la loro performance non ha risentito e, anzi, il quartetto ha ribadito più volte di essere assolutamente felice di poter suonare in Italia davanti ad uno dei fandom più devoti. Anche per noi è stato un grande onore poter di nuovo accoglierli nel nostro Paese e celebrare con loro l’uscita di Wallflowers, che a pochi giorni di distanza dalla sua pubblicazione è già uno dei migliori album del 2021.

Ci auguriamo di tornare presto alla normalità perché non vediamo già l’ora di assistere ad un concerto dei Jinjer, ma nel frattempo torniamo a goderci i nuovi e potentissimi brani. 

ROAD TO LUPPOLO 2021: gli orari del festival di Cremona con EPICA, JINJER e  altri

Setlist:
On the Top
Pit of Consciousness
I Speak Astronomy
Disclosure!
Judgement (& Punishment)
Ape
Retrospection
Perennial
Wallflower
Teacher, Teacher
As I Boil Ice
Home Back
The Prophecy
Vortex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...