At The Gates – The Nightmare Of Being

La Svezia è storicamente la culla di alcuni dei generi più amati nell’ambito della musica Metal, tra questi vi è il Göteborg Style, versione più melodica del Death Metal che prende il nome dalla città svedese in cui si è diffuso. Tra tutti gli artisti legati a questo particolare tipo di musica, coloro che ne sono considerati i pionieri sono certamente gli At The Gates. La band capitanata da Tomas Lindberg negli ultimi 12 anni è tornata a farsi sentire e, dopo un paio di album davvero validi, esce con il nuovo The Nightmare Of Being, un disco che li consacra nuovamente come pilastri del metal scandinavo.

Il disco inizia con Spectre Of Extinction, brano dalla lunga intro che si apre ad una cavalcata Death Metal potente e ricca di groove. The Paradox è una canzone più classica che riporta gli ascoltatori ai tempi del sempiterno capolavoro Slaughter Of The Soul. La title-track The Nightmare Of Being è invece più “moderna”, con numerosi cambi di tempo e dalle atmosfere più cupe. Garden of Cyrus, Touched by the White Hands of Death e The Fall into Time sono forse i brani più interessanti del disco, pieni di passaggi Progressive e di elementi sinfonici, cosa inusuale per la band. Altri brani degni di nota sono The Abstract Enthroned, altra canzone più classica che fonda le sue radici profondamente nella musica estrema degli anni ’90, e Cosmic Pessimism nel quale Tomas ci mostra di possedere una voce molto versatile, anche senza fare uso dello scream.

Bigliettit e concerti At the Gates 2021 2022 | Wegow Italia

Grazie forse alla lunga pausa che ha portato i vari membri della band a sperimentare altri progetti musicali, gli At The Gates si sono evoluti enormemente rispetto ai loro esordi, entrando di fatto in una nuova fase della propria musica. Nonostante Slaughter Of The Soul sia da tutti considerato inarrivabile, questo nuovo album, per ammissione stessa di Lindberg, non ha nulla a che invidiare ad esso; il frontman ha infatti dichiarato che, per quanto i primi album della band siano ormai pietre miliari del Metal estremo, sono molto più bidimensionali e grezzi rispetto agli ultimi lavori. Questo è certamente vero, soprattutto per quanto riguarda The Nightmare Of Being che, con le sue numerose contaminazioni ed il songwriting decisamente ispirato, può essere considerato come uno dei punti più alti della carriera del combo svedese.

Tracklist:
01. Spectre of Extinction
02. The Paradox
03. The Nightmare of Being
04. Garden of Cyrus
05. Touched by the White Hands of Death
06. The Fall into Time
07. Cult of Salvation
08. The Abstract Enthroned
09. Cosmic Pessimism
10. Eternal Winter of Reason

Line-up:
Tomas Lindberg – Voce
Jonas Stålhammar – Chitarra
Martin Larsson – Chitarra
Jonas Björler – Basso
Adrian Erlandsson – Batteria

Anno: 2021
Etichetta: Century Media
Voto: 8/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...