Iron maiden: Bruce Dickinson, “Durante le registrazioni del nuovo album ero in stampelle”

Il frontman degli Iron Maiden in una intervista rilasciata a Kerrang!, ha dichiarato che nel periodo delle registrazioni dell’ultimo album Senjutsu avvenute nel 2019, aveva subito la rottura del tendine d’Achille:

“Ho registrato le ultime due tracce in stampelle e con uno di quegli stivali che servono per immobilizzare la gamba. L’ho rotto a fine aprile e 36 ore dopo me lo hanno riattaccato. 24 ore dopo l’operazione ero in studio a registrare con la gamba gonfia come un cazzo di pallone.
Poi ho fatto un mese con il gesso e successivamente altre due settimane di riabilitazione. Poi mi servivano altri quattro mesi prima del tour per tornare a camminare. Era quel tour in America con tutti quegli show enormi e io non riuscivo a camminare correttamente, quindi mi sono arrangiato in qualche modo e nessuno se n’è accorto. Correvo in giro per il palco ma lo facevo in modo differente.
Avevo imparato a muovermi senza usare i muscoli del polpaccio, il che è difficile. Quindi non potevo saltare e non potevo correre, e camminare velocemente era un problema. Ma se camminavo come un granchio, andava bene!”

Dickinson nel 2020 aveva subito anche un intervento di ricostruzione dell’anca.

√ Bruce Dickinson compra uno smartphone, “La mia vita farà schifo” - Rockol

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...