Labyrinth – Welcome To The Absurd Circus

I Labyrinth, storica band Power Metal del panorama italiano, torna con il suo nono album Welcome To The Absurd Circus, il primo con la nuova line-up.

Il disco parte subito diretto con il primo singolo, The Absurd Circus, un brano veloce condito di riff aggressivi, linee vocali ad alte tonalità arrivando ad un ritornello catchy dove la voce di Tiranti si completa con le parti melodiche di chitarra fino a protrarsi ad una parte strumentale lenta e malinconica di sottofondo per gli assoli dei 2 chitarristi, tutto ciò che ci si può aspettarsi da Thorsen e compagni in un brano, un’ottimo inizio per l’album.

Proseguendo con il disco si arrivano ai brani più progressive come One More Last Chance, un fortemente influenzato dai Fates Warning degli anni migliori, un ottimo connubio tra parti tecniche e melodiche come anche in Words Minefield, un perfetto richiamo ai primi lavori della band, con uno dei ritornelli più orecchiabili di tutto l’album.

Tra i brani degni di nota giusto citare la stupenda cover di Dancing With Tears In My Eyes degli Ultravox, dove la band riesce a dare un degno tributo al classico Synth-Pop in una veste alternativa, la ballad A Reason To Survive, un bell’insieme di elementi sinfonici, strumenti acustici, basso fretless e un intro di organo che richiama i classici italiani anni 60, e Sleepwalker, un brano energico e incisivo, tra i migliori di tutto l’album.

Potrebbe essere un'immagine raffigurante 6 persone e persone in piedi

In conclusione, Welcome To The Absurd Circus è molto probabilmente ciò che ci si aspettava da un album dei Labyrinth, ma allo stesso tempo Thorsen e compagni sono riusciti a creare un qualcosa di fresco senza distaccarsi dalle sonorità che hanno caratterizzato la band toscana nella loro carriera. Una prestazione sublime da parte di tutti i musicisti compreso Roberto Tiranti, con la sua voce che è paragonabile ad un buon vino che tende sempre a migliorare con il passare degli anni.

Tracklist:
1. The Absurd Circus 
2. Live Today 
3. One Last More Chance 
4. As Long as It Last 
5. Den of Snakes 
6. Words Minefield 
7. The Unexpected 
8. Dancing with Tears in My Eyes (Ultravox Cover)
9. Sleepwalker 
10. A Reason to Survive 
11. Finally Free 

Line-Up:
Roberto Tiranti – Voce
Olaf Thörsen – Chitarra
Andrea Cantarelli – Chitarra
Nik Mazzucconi – Basso
Oleg Smirnoff – Tastiera
Matt Peruzzi – Batteria

Anno: 2021
Etichetta: Frontiers
Voto: 8.5/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...