Sevendust – Blood And Stone

I Sevendust hanno da poco pubblicato il loro nuovo Album Studio, il tredicesimo per l’esattezza, e la personalità della band risulta essere in un buon crescendo.

L’Album, non a caso, è composto da 13 brani, giocando la carta della cover nella track finale, dedicata ai Soundgarden.

Inizia il viaggio con Dying to Live, malinconica e molto heavy.. Riff Potenti e Taglienti, effetto Headbanging assicurato, in contrapposizione con Love in un concept più melodico e Armonico. Blood from a Stone dove l’anima Nu Metal tende a farsi sentire Feel like Going On, insieme poi ad Alone, culleranno come le ballad dell’Album, dove nonostante ciò, la batteria che non smette di farsi sentire è molto apprezzata. What you’ve Become e Nothing Left to see here anymore a tratti, si somigliano, stando sulla composizione ad intervallo tra aggressivo e docile, Arpeggi e Power Chords. Stessa cosa accade con Kill Me, Criminal, e Against the world, dove l’elettronica, con il connubio di Armonia e Breakdown, si fanno sentire molto. E se pensavate che i Chitarroni si facessero sentire sin dall’inizio, con Desperate, ne sono i protagonisti, molto Melodici e Cattivi. Wish you Well torna ad essere un po’ più Nu Metal, ma non si discosta dalle altre track. Il momento è giunto, The Day i Tried to Live, non è nulla di paragonabile alla versione originale, il che è ottimo, è stato fatto in piena personalità Sevendust, e rimane comunque un ottima chiusura, per questo viaggio.

Purtroppo a tratti, è molto statico, sembra che ci sia tutto, ma che ci potesse essere qualche cosa che in parallelo manca, come osare con l’elettronica, sperimentando le vaste modulazioni del suono senza tenere lo stesso abito per le chitarre da inizio a fine, che purtroppo, fa sentire ridondanti i brani, pur nel complesso non essendolo! Nel caso della voce, stessa cosa, senza parlare del registro canoro, ma solo della similitudine che cantando ha, nei brani. La Cover è apprezzabile, nulla di più che una cover in stile Sevendust, dove, anche qui, sarebbe stato gradito un “WOW!” a bocca aperta, dalle scelte compositive. Tuttavia Spaziando dall’ Alternative Metal, a Riff Nu Metal, all’aggiunta compositiva di Parti Elettroniche, hanno dimostrato di voler mantenere il loro Carattere, abbracciando la Modernità, e per giunta, L’album, rimane un buon lavoro!

Sevendust Singer: Metal Has No Tolerance for Inequality

Siam giunti ai titoli di coda! Naturalmente speriamo che vi sia piaciuto! Come sempre Grazie ragazzi e alla prossima! A presto, Rock on!

Tracklist:
01. Dying to Live
02. Love
03. Blood from a Stone
04. Feel like Going On
05. What you’ve Become
06. Kill Me
07. Nothing Left to See Here Anymore
08. Desperation
09. Criminal
10. Against the world
11. Alone
12. Wish you well
13. The Day i Tried to Live (cover Soundgarden)

Line-Up:
Lajon Whiterspoon- Voce
Clint Lowery – Chitarra, Voce
Vinnie Hornsby- Basso
John Connolli – Chitarra
Morgan Rose- Batteria, Voce

Anno: 2020
Etichetta: Rise Records
Voto: 7/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...