Brian May: “Gilmour è sempre stato uno dei miei preferiti”

Durante una conversazione con Guitar World, il chitarrista dei Queen Brian May ha parlato di alcuni dei suoi chitarristi preferiti, tra cui David Gilmour dei Pink Floyd e Ritchie Blackmore dei Deep Purple.

Alla domanda su Gilmour, Brian ha risposto:

“Un musicista bravissimo. Lo adoro. Ho un enorme rispetto per lui. Ho visto uno dei suoi primi spettacoli con Pink Floyd, che non dimenticherò mai. Stava facendo cose folli con un collo di bottiglia, che si adattava perfettamente al loro tipo di esibizioni caotiche in quel momento. È sempre stato uno dei miei preferiti. E abbiamo suonato insieme per l’Armenia ad un certo punto. Gli ho chiesto di entrare e suonare “Smoke on the Water” per l’Armenia Relief. Di tanto in tanto lo vedo. Non ci teniamo così bene in contatto, ma sono ben consapevole di quale magnifico lavoro faccia.”

Brian ha anche parlato di Ritchie Blackmore dei Deep Purple dicendo:

“Un altro mio grande eroe. È pazzo. Voglio dire, sì, è straordinario guardarlo. Penso che sia uno dei chitarristi più pericolosi di sempre. E intendo dirlo nel migliore dei modi.”

Un altro musicista menzionato da May è stato Nuno Bettencourt degli Extreme. Ha detto:

“Oh, è un musicista fantastico. Incredibile. Nuno è scandaloso! Abbiamo suonato molto insieme. Penso che una delle notti più memorabili sia stata quando gli Extreme hanno suonato il Freddie Tribute [concerto a Stadio di Wembley nel 1992]. Non sapevo davvero cosa sarebbe successo. Lo hanno tenuto segreto. Pensavo che sarebbero venuti e avrebbero suonato molti dei loro successi, ma sono arrivati ​​e hanno fatto un’intera stravaganza. E l’ho visto con la mascella aperta. È stato incredibile, la profondità in cui erano entrati per suonare in modo così bello e perfetto, ma anche con la loro interpretazione, è stato un momento fantastico. Ricordo di aver parlato con Nuno in seguito e ho detto: “Non avevo idea che lo avresti fatto”, e lui ha risposto: “No, non l’hai fatto, vero?” Incredibile! Ma il suo assolo? Mi sento piuttosto triste per il fatto che non hanno continuato come band. Non hanno davvero raggiunto il loro potenziale nel mondo. È molto strano.”

Ha anche aggiunto:

“Hanno avuto un enorme successo con “More Than Words” e penso che sfortunatamente sia stato difficile per il loro pubblico apprezzare ciò che erano realmente come band. È stato uno di quegli strani momenti in cui ottieni un successo, ma non ti definisce nel modo in cui vuoi essere definito. Questo è il modo in cui lo vedo. Perché sono un gruppo magnifico. Direi che Nuno è davvero molto sottovalutato. È uno dei grandi. Uno dei più grandi chitarristi viventi, direi. Come è – sai chi non abbiamo menzionato – Eric Johnson! Voglio dire, è un fenomeno. C’è solo un altro intero universo di chitarra. È incredibilmente bello.

E devo menzionare la mia amica Arielle che è stata in tournée con lui e spesso fa le sue parti per lui perché non ha voglia di farle. Vuole fare qualcos’altro! Anche lei è una musicista straordinaria. Non è ancora così famosa, ma sono sicuro che lo sarà. È un po ‘come Eric, sai, semplicemente non sai da dove provenga quel suono. Questo è ciò che amo del suonare la chitarra. Ti guardi intorno e vedi infinite meraviglie e non devi decidere cosa ti piace di più. Puoi goderti tutto!”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...