Foo Fighters – One By One

Il sound dei Foo Fighters non cambia, di fondo, all’interno di One By One. Ma ad inizio millennio, nel 2002, Dave Grohl e soci non hanno voluto combinare un album tutto d’un pezzo, con un’unica sonorità. E’ questo che colpisce di questo album, un sound riconoscibilissimo anche con armonie diverse. Hard rock, metal e ballads hanno un’unica impronta nonostante le basi rimangano intatte.

All My Life parte con un duro accordo di chitarra elettrica in tecnica palm mute. Continua senza smentirsi e quindi è il metal a prendere il sopravvento. Dave non è più il batterista dei Nirvana, ora è voce e chitarra. Urla, rabbia ed insoddisfazione. Un amore cercato che rimane doloroso, ma non ci importa: “dammi miele e sangue”. Apertura martellante dell’album.

Giro di chitarra brillante, armonioso. Riff altrettanto. Il sound di fondo rimane lo stesso come detto, ma David ad un certo punto urla ancora, in Times Like These, nonostante ci sia un arrangiamento più sorridente.

Tired Of You. Beh in verità il ritornello dice: “Non mi stancherò mai di te”, eppure la dinamica del pezzo appare molto stanca, un modo di cantare davvero scocciato. Cinque minuti e passa che ci fanno venire voglia di gettarci sul divano solo per riposare la mente dalla stanchezza psicologica. Ancora un volta non facile interpretare qualcosa di noioso mantenendo lo stesso sound di fondo molto hard rock e duro.

Anche le parti più soft di una ballad possono avere il suono della distorsione della sei corde di Grohl e Shiflett. Ancora urla di rabbia, profondità sonora. Un amico in difficoltà, difficile da aiutare per i suoi problemi. Lonely As You…

7:47 minuti di rock non devono essere per forza di progressive. Possiamo farci dell’hard rock tranquillamente, cambiare giro musicale e mettere parti aggressive e parti meditative senza snaturare ANCORA una volta il sound di base della band americana. Come Back è sicuramente la chiusura adatta a questo album da una parte tradizionalista e dall’altro cangiante. “Tornerò”.

C’è solo da aggiungere che anche il restante dei pezzi ha la sua particolarità. Pure il sound moderno e millennial può conquistare parti dell’anima. Ci vogliono fantasia, volontà, personalità ed un vissuto vario e complesso. Qui c’è anche un bel po’ di rabbia, espressa soprattutto dalle chitarre con distorsione grossa e voce urlante.

Tradizionale poliedricità.

Tracklist:
01. All My Life
02. Low
03. Have It All
04. Times Like These
05. Disenchanted Lullaby
06. Tired of You
07. Halo
08. Lonely as You
09. Overdrive –
10. Burn Away
11. Come Back

Line-up:
Dave Grohl – voce, chitarra ritmica
Chris Shiflett – chitarra solista, voce
Nate Mendel – basso
Taylor Hawkins – batteria, cori, voce

Collaborations:
Brian May – chitarra
Krist Novoselic – cori
Greg Bissonette – batteria

Anno: 2002
Etichetta: RCA
Voto: 8/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...