Intervista a Thomas “Tommy” Damiani

Abbiamo il piacere di intervistare per URM, Thomas Damiani, meglio noto nell’ambiente radiofonico con lo pseudonimo di Tommy, storico dj e speaker, tra le altre, di Virgin Radio (che ha lasciato di recente), nonché conduttore per la stessa radio del noto programma “Tommy Goes To Rock”, che si è portato dietro una grande fetta di appassionati e fedeli ascoltatori, ma soprattutto un vero rocker nello spirito e nella mente.

Sappiamo che di recente hai abbandonato Virgin Radio, cosa ti ha portato a lasciare?
Con l’acquisto da parte di Mediaset della radio, molte cose sono cambiate, l’indirizzo intrapreso è di una radio pop rock commerciale per casalinghe e il mio stile di conduzione non era più’ coerente, quindi mi hanno fatto fuori.

In seguito al tuo abbandono, in giro sui social abbiamo notato una grande mobilitazione di protesta verso Virgin Radio che non trasmetteva più il tuo programma, con anche delle petizioni avviate da parte dei tuoi fan. Ti ha sorpreso la cosa?
Tantissimo, da dentro lo studio sei poco consapevole di quello che accade fuori e intendo tra gli ascoltatori, non pensavo di aver realizzato una cosa cosi’ grande.

Torniamo un po alle origini, cosa ti ha spinto a fare radio e quando hai iniziato?
Ho iniziato da ragazzino nelle prime radio libere, mi affascinava poter parlare alla gente ,ma sopratutto l’opportunità’ di fargli ascoltare la musica che piaceva a me e quindi condividerla con persone sconosciute.

Ascoltando i tuoi programmi si intuisce la tua preferenza per il genere hard rock, quale è stata la tua prima esperienza con questo genere musicale?
E’ quella cosa che non ti spieghi, ne sei solo attratto, è qualcosa che sai che ti appartiene.

Quali sono i tuoi gruppi e artisti preferiti?
Posso darti un genere, il rock che porta dentro vene blues molto elettrico e sempre veloce.

Cosa è per te il rock o l’essere rock?
E
ssere libero, emanciparsi dal lavoro, dalla politica e dai soldi. Con questo intendo qualcosa che ti sei costruito e che ti da certezza ogni giorno, ogni santo giorno, un lavoro tuo, dove sei libero, libero.

Per le tue tecniche di conduzione, ti sei mai ispirato a qualcuno?
Ai grandi dj americani degli anni 60 e 70 voce, velocità, sorrisi.

All’epoca delle radio libere, quanta libertà c’era rispetto ad ora nella scelta dei brani e della scaletta?
Il 100 per cento, anzi, un dj lanciava canzoni che poi gli ascoltatori chiedevano in negozio

In generale nello stragrande panorama delle radio e web-radio nazionali c’è una tendenza a privilegiare il genere pop e la musica commerciale, a discapito del rock che viene definito il genere di nicchia. Cosa si dovrebbe fare per incrementare di più la musica rock e dare più spazio alle band emergenti?
Niente da fare, le formule non esistono non ho una risposta, auguro a tutte le band emergenti buona fortuna.

Qual’è il tuo parere sull’avvento della musica a livello digitale come lo streaming? Come secondo te, questo movimento può influenzare a livello radiofonico? E cosa può succedere alla radio adesso?
La radio si trasforma diventa anche web e quindi incorpora lo streaming si va a vanti la radio e’ sempre fortissima in tutti i formati.

Sappiamo che hai creato un brand d’abbigliamento chiamato “Volume Osceno”, cosa ti ha spinto a dar vita a questa iniziativa?
Aahhaah ma niente una cazzata delle mie, è lo slogan delle mie trasmissioni, dovrei fare qualcosa per promuoverlo meglio.

Hai progetti per il futuro? Quali?
Viaggiare come sempre, ho tanti posti dove è nato il rock da scoprire.

Alcuni sostengono che il rock sia morto, tanti altri pensano che sia ancora vivo tra noi, tu da che parte stai?
In italia lo stanno facendo morire, pero’ non morirà’ mai, morirebbe la musica.

Siamo in dirittura d’arrivo…Ti chiediamo di lanciare un messaggio al popolo rock
Spero di darvi delle novità’ che riguardano il mio ritorno in radio, se riuscirò’ ancora a divertirmi sarà a volume osceno!

Un pensiero su “Intervista a Thomas “Tommy” Damiani

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...