Boston – Boston

Boston è il primo album in studio omonimo, uscito nell’agosto del 1976. 3 i singoli, 3 le tracce chiave: “More than a Feeling”, “Peace of Mind”, “Long Time”.

Difficile fare meglio con un album di debutto: 17 milioni di copie vendute negli USA (17 volte platino) e 25 milioni nel mondo. Tutte le tracce scritte dal fondatore e cardine della band Tom Scholz. La voce di Brad Delp (scomparso nel 2007) ad arricchire le sonorità.
Il sound di quest’album è semplice, accessibile ed è per questo che riuscì a riscuotere grande successo. Le radio potevano passare i singoli con facilità perché orecchiabili ai più e con liriche considerate accettabili. Si tratta di un album Hard Rock – Anthem Rock (un rock orientato commercialmente e radio-friendly).

“More than a Feeling” il più grande successo dei Boston, fu scritta da Tom Scholz che impiegò cinque anni per completarla. Il riff centrale potrebbe essere un omaggio sottile al classico di Kingsmen, “Louie Louie”. Nei crediti dell’album viene indicato“Walk Away Renee” di The Left Banke come ispirazione principale della canzone. È un inno a sognare ad occhi aperti, e contiene un assolo di chitarra che ricorda “Telstar”(traccia strumentale scritta e prodotta da Joe Meek per la band inglese Tornado). Il testo fu ispirato da una storia d’amore che Scholz ha avuto anni prima, durante gli anni della scuola.

Segue un altro classico “Peace of Mind”: la canzone parla della gente con cui Scholz lavorava presso Polaroid prima di ottenere il contratto discografico e per la mancanza di interesse a salire la scala aziendale dello stesso Scholz.
Ma se le prime due tracce rientrano in questo schema, “Foreplay” è una traccia strumentale fortemente influenzata dal rock progressivo di metà anni ‘70 con forte presenza di piano, organo ed effetti sonori (contaminazioni anche nella parte strumentale di “Smokin”). Si tratta di un preludio a “Long Time” che riprende le prime due tracce per le sonorità con i tre assoli di chitarra suonati da Barry Goudreau, piuttosto che Scholz.

“Something About You” è un’altra potenziale hit hard rock, una traccia con un bel riff distorto ma melodico, una voce alta alla ricerca della melodia, percussioni e basso che più che altro accompagnano.

L’album raccoglie in sé grandi riff hard rock, chitarre acustiche ed elettriche, soli affilati e dolci melodie. Considerando che la maggior parte delle canzoni fu scritta da Scholz prima della creazione della band, va dato merito alla sua vena creativa per aver prima immaginato, poi creato e successivamente messo assieme un grande album, per lo più registrato nel suo seminterrato, destinato a diventare un classico del rock e a creare una nuova declinazione più orientata commercialmente.

Predestinato.

Tracklist:
01. More Than a Feeling
02. Peace of Mind
03. Foreplay/Long Time
04. Rock & Roll Band
05. Smokin
06. Hitch a Ride
07. Something About You
08. Let Me Take You Home Tonight

Links:
Website
Facebook

Anno: 1976
Etichetta: Epic Records
Voto: 9/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...