Blue Öyster Cult – Blue Öyster Cult

I Blue Oyster Cult (BOC) nascono a New York nel 1967, che negli anni hanno saputo produrre grandi hit hard rock/heavy metal come “(Don’t Fear) The Reaper”, “Godzilla”e “Burnin’ for You”.

Il nome “Blue Oyster Cult” nasce da una poesia del 1960 scritta da Sandy Pearlman:“Imaginos”. Nella poesia di Pearlman, il “Blue Oyster Cult” è un gruppo di alieni che si son riuniti per guidare in segreto la storia della Terra. Il nome Blue Oyster Cult fu utilizzato a partire dal 1971.

L’album omonimo è il primo di 14 lavori (ultimo nel 2001). Appena uscito (in gennaio) l’album non riuscì ad emergere a livello di pubblico e classifiche fino al maggio successivo in cui raggiunsero la posizione #172 della classifica Billboard 200. I Blue Oyster Cult portarono l’album in tour con artisti come i Byrds, Alice Cooper e la Mahavishnu Orchestra.

Questo lavoro è iscritto tra i primissimi lavori dell’Hard Rock e un po’ meno, in alcuni passaggi, dell’Heavy Metal. Ascoltando l’album si ha la sensazione che il rock anni ’60 sia stato portato negli anni ’70 e sostanzialmente distorto, aggiungendo alcune parti strumentali soprattutto alla fine delle tracce e reso più oscuro. Sostanzialmente Si tratta di un ibrido tra i primi passi del rock progressivo (Screams) e l’hard rock (Stairway to the stars e Cities on Flame with Rock and Roll).

Le tracce fondamentali sono “Stairwat to the stars” e “Cities on Flame with Rock and Roll” rilasciata come singolo. Il riff centrale fu ispirato da “The Wizard” dei Black Sabbath. “I’m on the Lamb but I Ain’t No Sheep” parla di un fuggitivo inseguito dalla Royal Canadian Mounted Police.

Per essere il primo lavoro dei Blue Öyster Cult, possiamo ascoltare un album solido e coerente con alcune tracce davvero belle e sorprendenti. Non rappresenta un lavoro che ha contribuito in modo determinante alla creazione dell’hard rock e/o heavy metal nel quale si inserisce ma è riuscito a diventare un classico per entrambi i generi.

Classico.

Tracklist:
01. Transmaniacon MC
02. I’m on the Lamb but I Ain’t No Sheep
03. Then Came the Last Days of May
04. Stairway to the Stars
05. Before the Kiss, a Redcap
06. Screams
07. She’s as Beautiful as a Foot
08. Cities on Flame with Rock and Roll
09. Workshop of the Telescopes
10. Redeeme

Links:
Website
Facebook

Anno: 1972
Etichetta: Columbia Records
Voto: 8.5/10

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...