Iron Maiden: Nicko McBrain, “Volevo lasciare la band”

Tramite il podcast Talk Is Jericho il batterista degli Iron Maiden, Nicko McBrain, ha raccontato di quando nel 1984, durante il tour del loro quinto album Powerslave, a causa di un suo errore durante l’esecuzione di Flight of Icarus, si convinse che stava per essere licenziato. “Stavamo facendo Flight of Icarus, e Bruce, come sempre, fa, ‘Urla per me Hammersmith, urla per me Hammersmith, urla … Continua a leggere Iron Maiden: Nicko McBrain, “Volevo lasciare la band”

Black Sabbath: Tony Iommi, ecco come mi mozzai le dita della mano

Come molti sapranno il chitarrista dei Black Sabbath Tony Iommi prima di diventare quello che tutti noi oggi conosciamo, lavorava in una fabbrica metallurgica di Birmingham. Iommi ebbe un incidente nel suo ultimo giorno da operaio, questo il suo ricordo raccontato a Gibson Tv: Avevo già avvisato che me ne sarei andato per suonare in una band professionale in tour in Europa. Avevo fatto le … Continua a leggere Black Sabbath: Tony Iommi, ecco come mi mozzai le dita della mano

Quando le Rockstar cantano brani italiani

Nella storia della musica la cover ha sempre avuto il suo ruolo importante, possa essere un omaggio agli autori del brano o la sfida di un musicista a prendere in mano un brano e provare a renderlo suo. Nella storia della musica italiana sono tanti gli artisti che hanno deciso di fare cover di pezzi stranieri, basti pensare nomi come i Dik Dik con la … Continua a leggere Quando le Rockstar cantano brani italiani

AC/DC: You Shook Me All Night Long

You Shook Me All Night Long è una nota canzone degli AC/DC contenuta nel loro settimo album Back in Black pubblicato nel 1980 e proposta anche nell’album Who Made Who del 1986. La canzone è fra quelle di maggior successo pubblicate dal gruppo, e contribuì fortemente all’avvicinamento della musica degli AC/DC, e dell’hard rock in generale, al mondo della radio. Un giorno i fratelli Young si … Continua a leggere AC/DC: You Shook Me All Night Long

Il neonato sulla copertina di Nevermind

Il bambino nella copertina di Nevermind, il secondo album in studio dei Nirvana, è Spencer Elden, fotografato all’età di 4 mesi in una piscina di Pasadena, California, dal fotografo Kirk Weddle. I genitori, Renata e Rick Elden, ricevettero un compenso di 150 dollari, non ricevendo più altro denaro nonostante Nevermind sia stato uno degli album più venduti della storia della musica rock con oltre 30 … Continua a leggere Il neonato sulla copertina di Nevermind

Piero Pelù e la sigla di Jeeg robot d’acciaio

Per molti anni, ha circolato una leggenda metropolitana, secondo la quale l’interprete della sigla sarebbe stato un, ai tempi sconosciuto, Piero Pelù. L’artista ha più volte smentito questa diceria, facendo notare che all’epoca aveva meno di 18 anni. (La diceria nacque da una versione proposta da “Edipo e il suo complesso”, tuttora rintracciabile su YouTube.) A causa di questo tormentone, nel 2008, in occasione della … Continua a leggere Piero Pelù e la sigla di Jeeg robot d’acciaio

Eddie Van Halen e l’assolo di Beat It

Eddie Van Halen suonò l’assolo nella famosa canzone Beat It di Michael Jackson. L’allora produttore di Michael Jackson, Quincy Jones racconta che, quando gli telefonò per proporgli di collaborare con il cantante, Eddie attaccò il telefono per due volte perché non credeva che fosse vero. Il giorno della registrazione dell’assolo, Eddie era arrivato in studio di cattivo umore. Sistemata la strumentazione, chiese al fonico di … Continua a leggere Eddie Van Halen e l’assolo di Beat It

La Rivalità tra i Guns N’ Roses e i Mötley Crüe

Il 5 settembre del 1989, i Mötley parteciparono all’edizione annuale degli MTV Video Music Awards, a Los Angeles. Mentre il resto della band attendeva all’interno della limousine, Vince Neil, il frontman, aspettò nel backstage mentre i Guns N’ Roses suonavano con Tom Petty. Vince, terminata l’esibizione, assalì il chitarrista Izzy Stradlin (che ci aveva provato invano con la moglie di Vince dell’epoca) con un pugno … Continua a leggere La Rivalità tra i Guns N’ Roses e i Mötley Crüe

L’ultima “apparizione” di Syd Barrett nei Pink Floyd

Era il 1975, i Pink Floyd stavano per pubblicare l’album Wish You Were Here, contenente numerosi riferimenti e omaggi a Syd Barrett. Durante la produzione dell’album, il 5 giugno, negli studi di Abbey Road si presentò uno strano personaggio, completamente calvo, con in mano una busta della spesa, che si aggirava tra i presenti con aria distratta. Si trattava proprio di Barrett, visibilmente poco curato … Continua a leggere L’ultima “apparizione” di Syd Barrett nei Pink Floyd

Quella volta che John Bonham irruppe i Deep Purple

Nel 1976, John Bonham, batterista dei Led Zeppelin, si presentò dietro le quinte di un concerto dei Deep Purple al “Nassau Coliseum” di Long Island. In stato di ubriachezza notò un microfono libero e salì sul palco prima che i roadies dei Deep Purple potessero fermarlo. Il gruppo smise di suonare stupefatto, mentre Bonham urlava al microfono: “Sono John Bonham dei Led Zeppelin e voglio … Continua a leggere Quella volta che John Bonham irruppe i Deep Purple